FAQ. Domande e risposte

FAQ. Domande e risposte

In attesa delle norme che definiranno le modalità e le specifiche di prodotto per l’ottenimento del Bonus Idrico 2021, alcune informazioni per chiarire i dubbi e le domande più frequenti.

Che cos’è?
Il 30 dicembre 2020 è stata approvata la legge di bilancio nella quale è stato inserito il cosiddetto Bonus Idrico. Tale bonus è previsto dai commi dal 61 al 65 dell’articolo 1 che prevedono un incentivo fino a 1.000 € per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2021 per ciascun beneficiario residente in Italia. L’incentivo riguarda interventi di sostituzione di “vasi sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto e apparecchi di rubinetteria sanitaria, soffioni doccia e colonne doccia esistenti con nuovi apparecchi a limitazione di flusso d’acqua” su edifici esistenti, parti di edifici esistenti o singole unità immobiliari.

Per quali spese sarà riconosciuto?
Al momento la norma definisce genericamente le spese sostenute per la “fornitura e l’installazione di rubinetti e miscelatori per bagno e cucina, compresi i dispositivi per il controllo di flusso di acqua con portata uguale o inferiore a 6 litri al minuto, e di soffioni doccia e colonne doccia con valori di portata di acqua uguale o inferiore a 9 litri al minuto, comprese le eventuali opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti”. Ciò nonostante, la specifica definizione dei prodotti che potranno godere del bonus e i requisiti tecnici che questi dovranno rispettare non sono ancora stati definiti.

Quali sono i prossimi passi prima che il bonus diventi effettivo e usufruibile?
La definizione delle modalità e dei termini per l’erogazione e l’ottenimento del bonus è demandata ad un apposito decreto del Ministro dell’ambiente. Con tale decreto verranno determinate le modalità da seguire per l’ottenimento del bonus, la tipologia di bonus erogato, le caratteristiche tecniche che dovranno avere i prodotti e le modalità con cui verrà certificato il rispetto di tali requisiti. Tale decreto dovrebbe tecnicamente essere emesso entro 60 giorni dalla data della legge di bilancio (ovvero entro il 01 marzo 2021) tuttavia non si tratta di un termine perentorio e si riscontrano solitamente ampi ritardi rispetto al termine indicato.

Quali documenti dovranno essere forniti per l’ottenimento del bonus?
Al momento nulla è stato specificato al riguardo. Non è chiaro se verrà richiesto un certificato rilasciato dal produttore, se sarà sufficiente una auto-dichiarazione o se dovranno essere prodotti documenti o dichiarazioni che attestino le caratteristiche del prodotto/i oggetto della richiesta di bonus. Anche questi dettagli saranno contenuti nel decreto attuativo e occorrerà attendere tale emendamento per poter garantire la compatibilità di un prodotto rispetto ai requisiti della norma.

Quali prodotti oggi offerti sul mercato potranno beneficiare del bonus idrico?
Stante la situazione sopra delineata e sebbene potenzialmente molti prodotti rispettino già i requisiti basilari indicati in legge di bilancio, ad oggi nessuno può garantire con certezza la compatibilità di alcun prodotto con il Bonus Idrico, ne tanto meno della sua documentazione di vendita (fatture, documenti allegati, certificati relativi ai prodotti) che potrebbe domani non riportare dichiarazioni o specifiche che saranno richieste per l’ottenimento del bonus e quindi non essere adeguata per l’ottenimento dello stesso. Alla luce di ciò nessun produttore, rivenditore o altro soggetto può oggi garantire l’adeguatezza di un prodotto per l’ottenimento del bonus idrico. Quali prodotti FIMA Carlo Frattini saranno compatibili con il bonus idrico?

L’esperienza acquisita e maturata negli anni con la vendita in paesi esteri dove requisiti come questo sono già la normalità e le numerose certificazioni cui sono sottoposti i nostri prodotti, ci rendono pronti a soddisfare qualunque requisito verrà richiesto dal decreto attuativo, con un’ampia gamma di prodotti già disponibili a listino e con varianti specifiche che ne attesteranno il risparmio idrico. A tal proposito, i nuovi soffioni STILL e O3 e la nuova serie FIT rispondono già a questi requisiti. Altri, come la serie Spillo Up, Mast, serie 4, una selezione di articoli da cucina ed alcuni sistemi doccia, saranno ordinabili con le caratteristiche richieste.

FIMA Carlo Frattini è già al lavoro per supportare con il massimo impegno questa iniziativa e ha già iniziato a predisporre brochure specifiche e materiale promozionale ad hoc che verrà rilasciato non appena saranno noti tutti i dettagli tecnici.