FLO’ AL SUPERSALONE: UN’INSTALLAZIONE ARTISTICA PER RACCONTARE IL PRODOTTO

Fima sceglie un’installazione artistica per raccontare il nuovo rubinetto Flò. Un progetto di exhibit design per il Supersalone di Milano

___

CONDIVIDI

Installazione artistica per Flò di FIMA al Supersalone
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Un’occasione di incontro dopo un lungo stop. Una modalità espositiva alternativa con cui confrontarsi. Una collezione di rubinetteria nuova da presentare al pubblico in maniera incisiva. Siamo partiti da qui per immaginare la nostra presenza al Supersalone di Milano, ed è stata l’occasione giusta per un progetto di exhibit design dalla personalità evidente,

molto più vicino ad un’installazione artistica che ad uno stand aziendale. Ci è sembrato il modo più naturale per interpretare un evento estemporaneo con lo scopo di mettere al centro l’identità del nuovo prodotto e la vision aziendale, per lanciare un messaggio chiaro lasciando poi spazio all’incontro e alla relazione tra i presenti. Che hanno ampiamente superato le aspettative.

LEGGEREZZA, FEMMINILITA’, SINUOSITA’: L’IDENTITA’ DI FLO’

Installazione artistica per Flò di FIMA al Supersalone

Protagonisti dello spazio espositivo FIMA al Supersalone sono nove miscelatori lavabo della nuova collezione Flo’. Allineati. Bianchi. Identici. Solo leggermente ruotati tra loro, in una sequenza che pare sospesa nell’aria. Lo spazio dedicato è una teca trasparente e retroilluminata, in cui l’unico tocco di colore è nel rosso del logo FIMA. Quasi una finestra che si apre sul mondo di Flo’, e riesce a raccontare, con un unico sguardo, un prodotto femminile ed elegante, con linee morbide e sinuose accarezzate da petali in un costante e vorticoso movimento. L’installazione artistica immaginata dall’art director di FIMA, Davide Vercelli, ha pochi elementi chiave ma un fascino evidente.

Il bianco è una scelta concettuale più che estetica. E’ un espediente per concentrarsi meglio sull’anima del prodotto, lasciando poi spazio alla relazione con il cliente incuriosito, a cui raccontare le finiture a catalogo e le possibili applicazioni della nuova collezione FLO’. Perchè un’identità forte a livello comunicativo deve poi prestarsi a progetti di diversa ispirazione, diventando versatile e facile da accostare ad altri elementi. 

Il prodotto è identico e ripetuto per non introdurre ancora nessun elemento aggiunto. L’attenzione deve cadere solo sul concept: la composizione raffinata, le forme leggere, l’equilibrio raccontato da corpi e petali. Lo scopo non è presentare una collezione di rubinetteria nella sua profondità di gamma, ma lanciare un messaggio forte e riconoscibile. Un modo nuovo per rendere tangibili le idee dietro la progettazione di un prodotto, per identificarlo con forme ed  emozioni oltre che attraverso il naming, che nel caso di Flo’ ricorda appunto un soffio leggero come quello che muove i petali. 

Il movimento è un elemento chiave nell’installazione. Attira l’attenzione, cambia le prospettive , crea interazione con lo spazio. Il fluire dei petali è morbido e continuo, crea un flusso che si accorda perfettamente con le forme di Flo’ e le accarezza, contribuendo a sottolinearne la femminilità.  E’ un invito a soffermarsi per scoprire più dettagli sul prodotto, o per catturarne l’essenza con uno scatto fotografico.

L’IMPORTANZA DELL’EXHIBIT DESIGN PER RACCONTARE LA BRAND IDENTITY FIMA

Installazione artistica per Flò di FIMA al Supersalone

L’exhibition design rappresenta uno degli strumenti chiave del sistema di comunicazione di ogni azienda. Il suo scopo è quello di tradurre la brand identity in un’esperienza tridimensionale, con un evento espositivo progettato in funzione del messaggio da comunicare.

Non è sempre facile partire da questi presupposti quando si affrontano le molteplici necessità espositive dei prodotti a catalogo, confrontandosi con le richieste degli showroom, gli spazi a disposizione o i tempi ridotti. Tuttavia in FIMA siamo ogni giorno più consapevoli di come la percezione del nostro brand e della nostra vision aziendale passi quotidianamente attraverso le esperienze e gli strumenti che costruiamo intorno ai nostri prodotti.

Un’importante esperienza in questa direzione è stata la Switch Gallery, il nuovo showroom aziendale pensato proprio per immergere i visitatori, effettivi o digitali, nella nostra realtà aziendale. Ne avevamo parlato qui.

Il Supersalone è stata invece l’occasione per sviluppare il racconto della collezione Flò in uno spazio tridimensionale, capace di attirare l’attenzione e coinvolgere i visitatori. Uno spazio costruito appunto intorno all’identità del prodotto per diventare un’occasione di scambio e lasciare un traccia chiara nella memoria e tra le emozioni percepite dai clienti. Pronti poi ad approfondire i dettagli tecnici della nuova collezione Flo’.

LA COLLEZIONE FLO’ TRA FINITURE E SOLUZIONI PROGETTUALI

La palette total white con cui Flo’ è stata presentata in fiera non è che una delle 10 finiture disponibili a catalogo. Il bianco e il nero opaco sottolineano la morbidezza delle linee, con il touch setoso che caratterizza tutte le versioni verniciate Fima. Poi ci sono cromo, cromo nero e oro lucido che con la loro lucentezza esaltano i riflessi delle curve di raccordo e gli spigoli più accentuati dei bordi sottili. Le finiture spazzolate ( nickel, oro, bronzo e rame ) valorizzano invece le superfici piane e lisce come la faccia superiore della canna e della leva Flò , che slanciano e alleggeriscono il profilo del rubinetto.

E’ proprio sull’innesto della leva che si gioca uno degli elementi tecnici più interessanti della collezione. Il corpo di Flò si sporge oltre la canna, va più in alto quasi a fondersi con la leva. Il meccanismo di apertura a scivolo rende più fluido il movimento mentre la cartuccia miscelatrice, coperta da uno speciale cappuccio, risulta sempre nascosta, per garantire l’eleganza delle forme oltre ad una più facile pulizia. Con le sue linee svasate il rubinetto Flò riesce anche ad evitare anelli e basette facilitando contemporaneamente la manutenzione e l’installazione degli articoli.

Ne risulta una collezione particolarmente versatile ed adatta anche ai progetti contract, in cui unisce l’espressività innata con le soluzioni progettuali innovative. Senza dimenticare la profondità di gamma.

Come le più sviluppate serie di rubinetteria a catalogo FIMA, pensiamo a QUAD o a SPILLO UP, Flo’ presenta una gamma completa di articoli che si declinano per la zone lavabo, doccia e vasca. Le soluzioni per il lavabo prevedono 7 diverse configurazioni tra tipologie di installazione ed altezze. I gruppi di miscelazione doccia sono compatibili con i corpi incasso FIMA BOXES , ad una o più uscite e nelle versioni con o senza set doccia integrato.
Ma è per la zona vasca che Flo’ introduce di nuovo soluzioni progettuali innovative: un inedito gruppo vasca esterno con deviatore a scomparsa, integrato nel corpo del prodotto. Una leggera pressione del bottone devia il flusso dell’acqua all’uscita desiderata, mantenendo la pulizia e la leggerezza delle linee della collezione.

Un’attenzione al dettaglio che sottolinea l’anima di Flò, e racconta con altre modalità lo stesso concept che abbiamo interpretato nell’installazione artistica del Supersalone.

Render Flò di FIMA in ambientazione con lavabo

FIMA CARLO FRATTINI S.P.A.
Via Borgomanero, 105 – 28010 Briga Novarese (NO) – Italia

Tel. + 39 03229549 ra
Fax +39 0322956149

C.F. / P.IVA vat n. it 00581 420031
Reg. imp. 6718 Novara – rea 133931

Mecc. no005923
Cap. sociale
710.000,00

 

© All rights reserved

SEGUICI SU